1

IL CARBONE ATTIVO

Il carbone attivo è un'adsorbente che si produce attivando termicamente o chimicamente diverse materie prime carbonizzabili e presenti in natura: segatura, lignite, torba, gusci di noci di cocco, carbone bituminoso, noccioli di oliva ecc. La superficie attiva è costituita essenzialmente da meso e micropori che rappresentano le categorie più importanti per l'adsorbimento.

Tra i diversi processi di depurazione l'adsorbimento con il carbone attivo è il migliore applicabile quando occorre rimuovere tracce o piccole quantità di sostanze contenute in grandi volumi di soluzioni o flussi gassosi.

I carboni attivi sono impiegati per adsorbire le impurezze gassose negli impianti destinati al Trattamento di aria e gas, al recupero di solventi condensabili, al trattamento fumi, nel settore alimentare, chimico, farmaceutico e molto comune è l'applicazione nei processi di potabilizzazione e di trattamento delle acque reflue, oltre alla bonifica dei terreni e acque sotterranee e nella protezione individuale.

Il vastissimo campo d'utilizzazione dei carboni attivi può essere suddiviso in due grandi categorie secondo che la loro applicazione abbia luogo in fase liquida o in fase gassosa:

CARBONI ATTIVI IN FASE LIQUIDA

- depurazione, deodorizzazione, declorazione di acque potabili, trattamento di acque residue da processi industriali, disoleazione di acque di condensazione delle caldaie ;

- decolorazione e raffinazione oli, grassi, zucchero, lattosio, glucosio;
- purificazione di prodotti chimici, farmaceutici e alimentari ;
- impiego medicinale e veterinario ;

CARBONI ATTIVI IN FASE GASSOSA

- recupero dei solventi nell'industria della gomma, nastri adesivi, carta da parati, stampa, pellicole fotografiche e cinematografiche, cellophane, sgrassaggio di pezzi meccanici, vernici ;

- depurazione dell'aria per l'eliminazione di gas tossici e maleodoranti da ambienti di lavoro, sale pubbliche, depositi frigoriferi ;
- protezione contro i gas da combattimento nelle maschere antigas e per i filtri dei ricoveri collettivi;
- depurazione di gas industriali o destinati a processi di sintesi ;
- desolforazione e demercurizzazione;
- catalisi nell'industria chimica per i processi di idrogenazione, alogenazione, polimerizzazione, isomerizzazione, ossidazione e condensazione ;

L'uso del carbone attivo granulare risulta vantaggioso anche per la possibilità di essere riattivato allorché, saturo di sostanze organiche, riduce sensibilmente la propria capacità adsorbente e quindi necessita della sua Riattivazione o Rigenerazione.